L'esultanza dopo il gol di Arpino. Caronnese agli ottavi

Caronnese bella in Coppa! Steso il Breno, si va agli ottavi

L'esultanza dopo il gol di Arpino. Caronnese agli ottavi
L’esultanza dopo il gol di Arpino. Caronnese agli ottavi

BRENO – Pomeriggio “azzurro e lungo” per la Caronnese che, però, strappa il pass per gli ottavi di finale. La giornata, cominciata in pullman proprio con la celebre canzone di Adriano Celentano, finisce con i sorrisi e gli abbracci dopo la vittoria di Breno (2-3 il finale) per una Coppa Italia che regala soddisfazioni.

Inizio di partita molto lento, dopo un tiro di Putzolu sbagliato inizia la sagra dell’errore. Incomprensione tra Arpino e Galletti, sul retropassaggio capisce tutto Gasperoni che, dalla linea di metà campo, si invola verso la porta e con il tocco sotto supera Ansaldi. Breno in vantaggio e Caronnese che accusa il colpo, ma Goglino non è incisivo. Anche il Breno, però, sbaglia tanto in difesa, ma Vitiello spara su Lollio da buona posizione. Sembra un’altra giornata stregata, anche perché arriva il secondo errore di Arpino ma Gasperoni grazia la Caronnese calciando a lato. Passata la paura, la Caronnese esce alla distanza. E al minuto 36 Vitiello trova il pari con un pregevole tiro a giro dopo uno scambio con Esposito. E dopo due minuti arriva il ribaltone: da una ripartenza Putzolu serve Vitiello, il tiro cross del numero dieci beffa Lollio e il pallone finisce alle spalle del portiere del Breno. Ma l’errore della Caronnese è quello di abbassarsi troppo prima del riposo, così prima dell’intervallo arriva il tiro da fuori di Mondini, dopo un disimpegno morbido della difesa, sul quale Ansaldi non ci arriva.

Ripresa più avara di emozioni, anche se la Caronnese parte col piglio giusto. Prima il tiro di Esposito sul primo palo parato da Lollio dopo una ripartenza, poi il tacco di Vitiello su azione di corner, ma la soluzione è centrale. Il Breno è meno pericoloso, i cambi danno nuova linfa alla Caronnese, che a dieci minuti dalla fine trova il guizzo vincente. Corner dalla destra, Arpino di testa gira il pallone in rete trovando il gol qualificazione. Nel finale il Breno è pericoloso solo con un tiro di Melchiori, ma la Caronnese gestisce i minuti più caldi e può esultare. Agli ottavi sarà sfida contro il Derthona.

BRENO-CARONNESE 2-3

BRENO (4-2-3-1): Lollio; Cavallari, Brancato, Carminati, Negretti; Cicciù, Mondini, Manzoni (18’ st Boldini); Gasperoni (30’ st Mauri), Pelamatti (43’ st Ciobanu), Goglino (12’ st Melchiori). A disp.: Serio, Ndiour, Perez, Wojdyla, Nolaschi. All.: Tacchinardi.

CARONNESE (4-3-3): Ansaldi; Cattaneo (18’ st Lazzaroni), Arpino, Galletti, De Lucca; Putzolu (1’ st Vernocchi), Argento, Raso (18’ st Diatta); Vitiello (28’ st Meruzzi), Boschetti (18’ st Corno), Esposito. A disp.: Angelina, Yamba, Cortesi, Musazzi. All.: Scalise.

ARBITRO: Galiffi di Alghero.

MARCATORI: pt 18’ Gasperoni, 36’ Vitiello, 38’ Vitiello, 44’ Mondini; st 34’ Arpino.

NOTE: Giornata soleggiata, terreno in buone condizioni. Spettatori 50 circa. Ammoniti: Putzolu, Vitiello, Arpino. Angoli 4-3. Recupero 0’, 4’.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *