IL FUTURO DELLA SOCIETÀ


Sono stati giorni di importanti riflessioni per il Consiglio della Caronnese presieduto da Augusto Reina che, a valle degli eccellenti risultati sportivi ottenuti nella scorsa stagione, aveva ottenuto la possibilità di disputare con la sua Prima Squadra la Lega Pro. I dirigenti caronnesi hanno dedicato la massima attenzione al tema sviscerando e analizzando qualsiasi punto di valutazione con l’obiettivo di costruire una squadra valida per la categoria e contestualmente di avere lo stadio di Caronno Pertusella omologato per la disputa delle gare. L’evidenza di ingenti costi infrastrutturali ha portato la dirigenza alla decisione di sviluppare un programma di pianificazione ad ampio raggio pù strategico che possa assorbire nel tempo i costi totali per disputare la Lega Pro che rimane l’obiettivo a breve termine della Società rossoblù.

Il piano pluriennale di sviluppo approvato dalla dirigenza rossoblu nelle scorse ore prevede per la stagione 2016-2017 l’immediato ricorso ad extra risorse per continuare e chiudere entro breve tempo i lavori già in atto allo stadio di Caronno Pertusella al fine di ottenere l’omologazione per la disputa delle partite in Lega Pro (l’obiettivo primario rimane quello di disputare sul proprio campo i campionati anche di categorie superiori). Nel contempo rimane massima l’attenzione alla definizione di una rosa di professionisti in grado, con il nuovo staff tecnico guidato da Mister Gaburro che gode della massima fiducia da parte di tutti i dirigenti della Caronnese, di disputare la Serie D e di raggiungere l’ambito obiettivo già alla fine di questa stagione sportiva.

In questo modo e con una politica saggia di diluizione dei costi l’entourage rossoblù garantirà alla Società uno sviluppo ambizioso nel tempo evitando i rischi del breve periodo che hanno già lasciato sul campo in queste settimane le speranze di diverse realtà sportive di forte caratura. “Con tutto il Consiglio abbiamo scelto una strada più lunga, evitando sforzi immediati che avrebbero potuto mettere a repentaglio la prosecuzione della nostra attività nel futuro”, afferma il Presidente della Caronnese Augusto Reina, “siamo ormai però lanciati verso la Lega Pro, ci arriveremo in ritardo di un anno ma con la consapevolezza di avere fatto scelte mature e di grande unità d’intenti da parte di tutti i miei dirigenti che ringrazio sempre per il loro grande entusiasmo e l’importante partecipazione alle attività della nostra Società. Ripartiamo alla grande sicuri di coinvolgere sempre più i nostri attuali sponsors andando anche ad attivarne dei nuovi, presentando i nostri programmi in cui anche il settore giovanile dovrà rappresentare uno dei nostri fiori all’occhiello. La prossima settimana avremo il piacere di condividere con tutti le nostre scelte: da una situazione di impasse si è creata un’opportunità eccezionale di sviluppo per la nostra Società”.

Il Presidente e i massimi esponenti della Caronnese saranno a disposizione degli addetti ai lavori martedì 26 Luglio alle ore 11.30 presso lo Sporting Cesate per la tradizionale conferenza stampa di inizio stagione in cui sarà presentato l’intero programma pluriennale di sviluppo societario.

Le STRUTTURE

Le strutture della Caronnese.
La Caronnese mette a disposizione degli atleti strutture sportive moderne e funzionali.

NORME Comportamentali

Stadio Comunale S.C. Caronnese.
Norme e comportamenti dentro o in prossimità dell’impianto sportivo della Caronnese.

Caronnese 380×600
380×150 Geasport
380×150 Galligomme
380×150 Sport3000
8_380x150 Cattolica
7_380x150 Curnis
6_380x150 Carpet
5_380x150 Caputo
4_380x150 Bluecar
3_380x150 Brambilla
2_380x150 Asturia
24_380x150 Telaio
19_380x150 Redic
17_380x150 Monti
16_380x150 Krea
15_380x150 Faeber
14_380x150 Edicola
13_380x150 Erus
12_380x150 CPM
11_380x150 Elettro
10_380x150 Cedag
9_380x150 Easy