CARONNESE J.N. vs COMO

4^ GIORNATA - GIRONE DI ANDATA

5

CARONNESE J.N.

    4

    COMO

      07/10/2017 | 15:30
      STADIO COMUNALE CARONNO PERTUSELLA

      4^ GIORNATA - GIRONE DI ANDATA

      Cronaca

      VITTORIA IMPORTANTE…MA QUANTA SOFFERENZA PER I CADETTI ROSSOBLÚ

      S.C. CARONNESE – COMO 1907    5-4  (2-2)


      Formazione: 1 Tomic, 2 Puzziferri, 3 Caprioli, 4 Piccione (al 7′ s.t. 18 Albu), 5 Galletti, 6 Scotti (al 7′ s.t. 15 Il Forte), 7 Marangoni (al 35′ s.t. 20 Cicoria), 8 Bacca (al 32′ s.t. 17 De Carlo), 9 Caccia, 10 Barbera, 11 Mariutti (al 7′ s.t. 19 Perotti)

      A Disposizione: 12 Pappa, 13 Masserini, 14 Maggioni, 16 Stella

      Allenatore: Vecchio

      Marcatori: al 4′ p.t. e al 30′ s.t. Caccia, al 34′ p.t. Mariutti, al 4′ s.t. Marangoni, al 48′ s.t. Cicoria

      Ammoniti: Caprioli, Scotti, Galletti, Cicoria

      Espulso: nessuno


      Importantissimo in questa quarta giornata per i cadetti rossoblù fare bottino pieno ed accaparrarsi i tre punti che permetterebbero alla Caronnese di scalare la classifica ed avvicinarsi alle prime posizioni proprio a scapito dei lariani. I tre punti sono arrivati ma nessuno avrebbe mai immaginato che sarebbero stati la conseguenza di una partita tanto imprevedibile quanto rocambolesca per i diversi errori difensivi commessi da entrambe le compagini e che hanno poi determinato le tantissime segnature di questa gara.

      Il pubblico presente oggi sugli spalti del Comunale di Corso della Vittoria non può certo lamentarsi per le emozioni che le nove segnature hanno saputo a loro regalare; di certo qualche perplessità  sul gioco della squadra di casa ancora rimane ma siamo solo alla quarta giornata del girone di andata di un campionato quello dei cadetti, lungo e dispendioso ma che comunque lascia ai ragazzi di mister Vecchio la possibilità  di colmare gli ampi margini di miglioramento che gli addetti ai lavori a loro riconoscono.

      Veniamo quindi alla cronaca di questa “pazza” partita che ha registrato inoltre l’esordio sulla panchina rossoblù del vice allenatore Vannini Federico in sostituzione dello squalificato Vecchio.

      Nonostante i blandi ritmi da parte dei padroni di casa, al primo vero affondo la Caronnese raggiunge subito il vantaggio al 4′ con una bellissima azione inizialmente manovrata da Barbera che cambia completamente gioco sul lato destro servendo la corrente Baca, che nell’avanzare serve in profondità  il lanciato Marangoni che supera il diretto avversario e dal fondo mette una precisa e tesa palla per Caccia che di prima intenzione infila l’estremo difensore del Como.

      In ben due successive occasioni i rossoblù avrebbero avuto modo di legittimare il fresco vantaggio prima con un affondo personale di Baca che penetrando pericolosamente in area dal fondo fa partire un cross impreciso per i compagni ben piazzati davanti alla porta di Cesaroni, poi ancora l’inarrestabile Baca recupera palla a centro campo strappandola dai piedi del centrocampista comasco e serve prontamente Barbera che però spreca la grande occasione calciando debole sul portiere.

      Tutto faceva presagire ad una partita “facile” e che forse ha illuso troppo i rossoblù condizionandone anche la loro prestazione per attenzione ed intensità .

      Infatti al 17′ arriva il goal del pareggio del Como su un indiscutibile calcio di rigore per atterramento in area del centravanti lariano Pizzato da parte di Caprioli; inequivocabile quanto inutile dal momento che Tomic in uscita aveva comunque già  neutralizzato l’azione offensiva ospite. Lo stesso Pizzato si presenta sul dischetto e spiazza l’estremo difensore rossoblù per l’1-1 provvisorio.

      Passano appena pochi minuti ed al 21′ il Como realizza il raddoppio con incursione dalla destra del trequartista Toniolo il cui cross deviato da un difensore della Caronnese viene ribattuto di testa in rete dall’incursione di un suo compagno e con la difesa rossoblù un po’ disattenta e poco reattiva nella circostanza.

      Su un goffo errore difensivo del Como arriva il pareggio della Caronnese: intervento maldestro del centrale lariano che nel tentativo di rinviare la palla serve involontariamente Mariutti che si lancia verso la porta avversaria ed a tu per tu con il portiere avversario lo infila sul secondo palo realizzando così il 2-2 che sarà  anche il finale di primo tempo.

      Nel secondo tempo e dopo le “forti” indicazioni di mister Vecchio, i rossoblù entrano in campo più aggressivi e vogliosi di portarsi a casa questi tre punti anche se nei primi tre minuti della ripresa il Como ha messo più di una volta la retroguardia rossoblù.

      Alla prima vera occasione è però la Caronnese a ripassare in vantaggio con una bellissima ed efficace azione di contropiede che prende scoperta la retroguardia lariana e che vede protagonista Marangoni che riceve l’ultimo passaggio e s’invola a rete superando Belloni subentrato nella ripresa al titolare Cesaroni.

      Scontato il forcing del Como nel tentativo di riacciuffare il pareggio ma la Caronnese è ben disposta e gestisce senza apprensione il momento di pressione degli ospiti fino al 21′ quando una doppia incertezza di Tomic nell’effettuare l’uscita aerea permette all’attaccante del Como di colpire indisturbato di testa per il momentaneo 3 a 3.

      Al 30′ Caronnese ancora in vantaggio grazie ad altro errore difensivo che vede questa volta protagonista il difensore lariano; quest’ultimo nel tentativo di uscita palla al piede dalla propria zona difensiva, viene attaccato e contrastato da Caccia che astutamente e con mestiere gli ruba la palla, presentandosi così solitario davanti alla porta ospite e realizzando l’ennesimo vantaggio rossoblù.

      Al 40′ sempre Caccia ha sul piede il pallone del 5-3 ma Belloni gli nega la gioia del goal con un grande intervento deviando la palla in angolo.

      Facendo un po’ di retorica calcistica viene facile pensare “goal sbagliato, goal subito” per raccontare al 41′ il pareggio del Como che avviene ancora su calcio di rigore ma sempre con la doppia complicità  della difesa rossoblù: prima nel causare questo inevitabile penalty permettendo al giocatore del Como di avanzare senza troppo affanno fino all’area di rigore, poi nel rimanere impiantata sulla respinta dagli undici metri di Tomic, con la palla che viene raccolta dall’attaccante ospite che entrato in area, ribadisce in rete.

      Dopo questo ulteriore pareggio la partita sembrava dovesse volgere alla fine sul risultato di parità  ed invece è stata sempre la caparbietà  della Caronnese a fare la differenza: l’incontenibile Perotti supera in dribbling il proprio avversario ed entrato in area un po’ defilato sulla sinistra fa partire un violento tiro che viene deviato dal portiere rimettendo la palla al centro dell’area ma sui piedi della corrente Cicoria che appoggia in rete realizzando così al 48′ il 5-4 finale di partita.

      Le parole di mister Vecchio a fine gara, fotografano e commentano bene quanto oggi avvenuto sul Comunale di Caronno: “Contento per i tre punti ma la poco convincente prestazione conferma che c’è ancora molto da lavorare e da migliorare”.

      Prossima giornata il 14 ottobre in trasferta contro la Pergolettese.

      ———————————————————————————————- by Bruno Bianchi

      Dettagli

      DataOraCampionatoStagione
      07/10/201715:30JUNIORES NAZIONALI2017/2018

      Stadio

      STADIO COMUNALE CARONNO PERTUSELLA
      Corso della Vittoria, 999, Caronno Pertusella, VA, Italia

      SquadraGoals
      CARONNESE5
      COMO4

      CARONNESE

      PosizioneTIRI IN PORTATIRI FUORIFALLICALCI D'ANGOLOFUORIGIOCOGOALSAMMONIZIONIESPULSIONI
       00000000

      COMO

      PosizioneTIRI IN PORTATIRI FUORIFALLICALCI D'ANGOLOFUORIGIOCOGOALSAMMONIZIONIESPULSIONI
       00000000
      TIRI IN PORTA
      0
      0
      TIRI FUORI
      0
      0
      FALLI
      0
      0
      CALCI D'ANGOLO
      0
      0
      FUORIGIOCO
      0
      0
      GOALS
      0
      0
      AMMONIZIONI
      0
      0
      ESPULSIONI
      0
      0